Qualità degli ingredienti primary

Sie sind hier: Home » Cani e gatti sani grazie all’alimentazione giusta » Qualità degli ingredienti primary
Qualità degli ingredienti primary 2016-10-12T18:46:39+00:00

Qualità degli ingredienti primary

La scienza ha fatto grandi passi su questo piano. Sapevate che dal gas naturale è possibile produrre prodotti che sostituiscono la carne e che sono vietati al consumo umano ma permessi per l’alimentazione animle?

La relativa formula pare essere la composizione di una bottiglia di gas da campeggio: si prendano 91% di metano, 5% di etano, 2% di propano e 0,5% di n-butano, si aggiungano batteri ed ecco fatto il prodotto sostitutivo della carne a basso costo! È possibile trovare questa miscela nella norma di legge relativa ai mangimi, la quale ammette già da tempo carni da prodotti di gas naturali! Nonostante sia già stato espresso interesse in tale direzione, ancora non esiste la cotoletta di carne da gas naturali perché tuttora considerata dubbia dal punto di vista sanitario! (Fonte: “Katzen würden Mäuse kaufen! Schwarzbuch Tierfutter” – I gatti comprerebbero topi! Il libro nero dei mangimi”, libro del redattore della rivista tedesca “Spiegel” Hans-Ulrich Grimm)

Nel suo libro Grimm vuole dimostrare che “il bene” per gli animali domestici non è sempre “il meglio”. Farine animali sono il prodotto di rifiuti di mattatoio e cadavri degli impianti per l’eliminazione di carcasse e vengono utilizzate come materie prime dai produttori di alimenti per animali domestici. Sono poi aromi, esaltatori di sapidità, conservanti, coloranti e altri ingredienti a creare magicamente un menu delizioso!
(Fonte: giornale quotidiano austriaco “Handelsblatt”)

Le diciture generiche, che al primo momento appaiono innocue, possono nascondere materie prime discutibili. Infatti, la dicitura “carni e sottoprodotti animali” include la lavorazione di reni, sangue, cervella, polmoni, ossa, lana, corna, tessuti connettivi, tendini, pelle, stomaco, intestino, ghiandole comprese del loro interno (escreti e increzioni), sacchi amniotici (con ormoni), becchi, zampe, piume e molto altro. La definizione “carni e farina di carne” cela il più delle volte rifiuti da mattatoio di maiali o di carni animali non ammesse al consumo umano. Oppure il termine “sottoprodotti di pollame” ecc….

Non è necessario conoscere a memoria tutte le diciture generiche. Basta una breve riflessione per capire se le diciture sull’etichetta di una confezione riportano ingredienti primari dettagliati riportando anche la loro qualità in modo chiaro e trasparente.

Qualità della carne

Un ulteriore punto dei 7 connotati di quaità di Fedor® Alimenti per Animali è proprio la qualità certificata delle carni utilizzate. Per questo troverete su ogni confezione Fedor® la citazione: “prodotto di carne da animali ammessi al consumo umano!”.